Martedì, 13 Febbraio 2018 15:59

Atletica - Esordio in azzurro per la triplista Corinne Challancin

Scritto da  Fidal VdA
Vota questo articolo
(0 Voti)
Corinne Challancin Corinne Challancin

 

Prima chiamata in azzurro per la triplista del Pont Donnas Corinne Challancin che farà parte della squadra nazionale italiana Under 20 che il prossimo 3 marzo parteciperà a Nantes (Francia) al triangolare indoor con i pari età di Francia e Germania.

Grazie al netto miglioramento conseguito nei nazionali Juniores di Ancona, dove ha conquistato il titolo tricolore con la misura di 12m54, la 18enne triplista di Donnas (compirà i 19 anni solo nel prossimo mese di ottobre) è stata chiamata dal Direttore Tecnico del settore giovanile Stefano Baldini, e potrà così vestire per la prima volta i colori azzurri.

La squadra italiana è composta da 53 azzurrini, 26 ragazzi e 27 ragazze con Corinne Challancin chiamata a dare il proprio contributo nel concorso del salto triplo.

Felicitazioni all'atleta, al tecnico Nadia Gonippo e al suo club, il Pont Donnas, per questa prestigiosa ed importante convocazione che premia il lavoro ed i sacrifici fatti in tutti questi anni. Corinne Challancin ha iniziato a calcare piste e pedane di atletica da giovanissima, all'età di 7 anni, e con progresso e passione è riuscita a ritagliarsi uno spazio nel mondo dell'atletica che conta.

Ora, già in questo weekend, per la talentuosa saltatrice di Donnas è in programma un importante impegno ad Ancona, dove tornerà, a distanza di due settimane dai nazionali di categoria per partecipare, anche qui per la prima volta, ai campionati italiani Assoluti indoor, con l'obiettivo di crescere e migliorare ancora.

 

L'atletica valdostana si conferma ad alti livelli, con prestazioni di livello raggiunte grazie alla dedizione, alla passione e all'impegno di ragazze e ragazzi che, come Corinne, a suon di risultati, si ritagliano spazi nel panorama nazionale.

La struttura indoor di Aosta ha certamente contribuito a permettere al movimento di ottimizzare la preparazione invernale. Preoccupano invece i due impianti all'aperto, il Tesolin di Aosta ed il Crestella di Donnas, che versano entrambi in condizioni gravi, bisognosi di immediati interventi di riqualificazione, senza i quali tutti i ragazzi che praticano l'atletica, vanno certamente incontro a numerosi problemi con un altissimo rischio di patire infortuni. Per molti il pericolo è incorrere in un incidente che interrompa il loro percorso sportivo; per i migliori del movimento, un parterre in continua in crescita, il rischio è minare una carriera che merita di essere vissuta.

Letto 57 volte

Info SportVallée