Vota questo articolo
(0 Voti)
  La Palestra Disval di corso Lancieri di Aosta, all'interno del palaindoor del capoluogo è ancora al centro di un percorso di educazione scolastica. Nella mattinata di Giovedì 1° dicembre saranno in visita i ragazzi dell’Istituto di Istruzione Secondaria Superiore Statale “Oscar Romero” di Rivoli. Aosta è dotata, dal 2010, di un centro sportivo per disabili, ovvero la “prima palestra per tutti”, un progetto promosso da Disval – l’Associazione sportiva dilettantistica disabili sportivi valdostani, che ha ottenuto il sostegno dell’Inail, della Regione Valle d'Aosta e di Technogym. Si tratta dell’unico centro in Italia che permette ad atleti disabili e normodotati di allenarsi insieme. Un vero fiore all'occhiello.
 Tra gli orientamenti della “Romero”, che conta oltre 600 studenti delle superiori, vi è l'indirizzo socio sanitario, e attorno a questi ragazzi è stato costruito un progetto di integrazione denominato ”con il corpo conosco”, che ha fatto scoprire la quotidianità in ambito ludico…
Vota questo articolo
(0 Voti)
  Grazie alla riapertura dell'impianto di Courmayeur, cresce il movimento del curling valdostano in carrozzina. Campione italiano in carica è il team della Disval Asd, composto da Andrea Tabanelli, Rita Dal Monte, Giovanni Fabrizio Ferrero, Emanuele Spelorzi, Egidio Marchese, guidato dal tecnico Roberto Maino. Avrà di fronte a se diciotto incontri per tornare ad accedere alla fase finale e puntare al quinto titolo tricolore consecutivo. L'esordio della stagione 2016/2017 è previsto per questo venerdì, 25 novembre, alle ore 18, al palaghiaccio di Courmayeur, e propone una novità assoluta, il primo derby valdostano di wheelchair curling. La Disval, cresciuta come effettivi, è ora nelle condizioni di presentare una seconda formazione, pronta per l'esperienza nel campionato federale; ne fanno parte: Fabrizio Bich, Fabio Tripodi, Lorenzo Marceddu, Michel Chabod, Marco Munari, Davide Cassisi e Maurizio Mauceri. La sua denominazione è Disval VdA. Il battesimo ufficiale, dopo tanti allenamenti, è proprio con la “sfida…
Vota questo articolo
(0 Voti)
Che non fosse facile lo si sapeva; che gli avversari erano quotati e agguerriti, altrettanto, ma bisogna essere sinceri, il bilancio di sei sconfitte ed una vittoria brucia un po' nell'orgoglio della formazione della Disval Aosta. Dal 2 novembre, per un'intera settimana, il team valdostano è stato impegnato a Lohja, in Finlandia, nei Mondiali B di wheelchair curling, competizione valida anche quale qualificazione per i mondiali 2017 di PyeongChang, nel Sud Corea. Il team composto da Egidio Marchese, Rita Dal Monte, Emanuele Spelorzi, Fabrizio Ferrero, capitanato da Andrea Tabanelli e guidato dal coach Roberto Maino, ha pagato dazio, opposta a formazioni, alcune decisamente superiori, ma altre anche abbordabili, andando incontro ad una trasferta decisamente storta. Nello sport ci sta e questa esperienza risulterà preziosa per i prossimi impegni: “Il livello tecnico era molto alto. – afferma Egidio Marchese – Noi ci siamo presentati a questo appuntamento, è evidente guardando i…
Vota questo articolo
(0 Voti)
Con il team DISVAL a.s.d. il wheelchair curling valdostano segna una nuova e importante vittoria. Dopo aver battuto gli storici rivali del Trentino Curling nel Challange disputatosi a Pinerolo nel week-end appena trascorso, la squadra aostana si  è infatti aggiudicata il biglietto per Lohja (Finlandia) dove dal 2 al 11 novembre rappresenterà l'Italia alle qualificazioni per il mondiale di wheelchair curling che si disputerà in Corea nel 2017. Il team composto da Egidio Marchese, Rita Del Monte, Emanuele Spelorzi, Fabrizio Ferrero e il capitano Andrea Tabanelli, si è imposto sui suoi avversari vincendo 3 partite sulle 5 previste dal regolamento con il punteggio 8-3, 9-8 e 8-5. Alla squadra valdostana allenata da Roberto Maino e già vincitrice di 4 campionati italiani, spetterà ora una nuova sfida come nazionale italiana di wheelchair curling in una qualificazione che si presenta impegnativa ma alla portata di una squadra che ha già regalato alla…
Vota questo articolo
(0 Voti)
Un posto nella top 20, era l'obiettivo della campionessa di Gressan, Charlotte Bonin, nel suo secondo impegno ai Giochi Olimpici, ed il 17esimo posto nella gara individuale del triathlon alla Olimpiade di Rio è un risultato che appaga appieno la 29enne valdostana che ha portato a termine la gara perfetta, contro avversarie di dimensioni stellari.   Per Charlie è stata una rincorsa spossante per non perdere l'appuntamento a cui più teneva, tornare a prendere parte alla gara sotto i cinque cerchi e, vendicare, il 44esimo posto del suo esordio nel 2008 a Pechino e l'infortunio che nel 2012 non le permise di essere tra le protagoniste di Londra 2012. Ci sono stati momenti tormentati e solo a maggio 2016 è giunta la certezza della partecipazione, avendo conquistato sul campo, con un tour de force in giro per il mondo, quei punti indispensabili per entrare nelle prime cinquanta della lista mondiale.…
Vota questo articolo
(0 Voti)
Un 19esimo posto, nella gara sprint del circuito Wts tenutosi ad Amburgo e, a distanza di 24h l'ottavo posto nei mondiali di staffetta mista con il team Italia. E' questo il biglietto di presentazione di Charlotte Bonin, in vista del prossimo appuntamento, i Giochi olimpici di Rio de Janeiro. Oltre ai piazzamenti, decisamente confortanti, si evidenzia per la campionessa di Gressan una ritrovata condizione fisica e una prova di vertice evidenziata nella gara individuale dove nelle prime due prove, nuoto e bici è stata nel primo gruppo, a guidare e rilanciare l'azione. Dopo un periodo travagliato ed una condizione che tardava a migliorare, i primi riscontri fanno vedere la luce in fondo ad un tunnel costellato da diverse ombre. Ora le nuvole si sono diradate e Charlie, lo sappiamo, saprà farsi valere a Rio. In bocca al lupo.
Vota questo articolo
(0 Voti)
Per Charlotte Bonin è ufficiale: Road to Rio. A distanza di otto anni dalla precedente esperienza di Pechino 2008, la triatleta di Gressan ha conquistato sul campo il diritto a partecipare alla sua seconda Olimpiade. La garanzia di aver centrato l'impegno sotto i cinque cerchi le è arrivata grazie al 15esimo posto messo a segno sabato 7 maggio nella Coppa del Mondo di Huatulco, in Messico. Due anni di fatiche, di dedizione, costellati da un 2014 importante e ricco di risultati a cui si è accompagnato un 2015 sfortunato, dove un problema di salute, per di più patito a seguito di una delle ultime gare del 2014, ha pesantemente condizionato e messo in discussione la rincorsa olimpica. Nonostante tutto, più forte di tutto e di tutti, la 29enne di Gressan non ha mollato ed è stata capace di riproporsi e conquistare quei punti fondamentali per centrare l'ambito e prezioso risultato,…
Vota questo articolo
(0 Voti)
Grande “Charlie” Charlotte Bonin, tornata con il gruppo delle migliori in questa seconda prova del circuito mondiale Wts, tenutosi a Gold Coast, in Australia. 24Esima posizione che porta 133 punti preziosi nella caccia alla qualificazione olimpica. Alla grande nella prova di apertura nel nuoto; bene nella bici dove è rimasta nel gruppo di testa, staccato da un terzetto capace di un ritmo mostruoso, più che positiva la prova nella corsa finale dove ha tenuto botta e non ha perso posizioni. Questo il commento a caldo della campionessa di Gressan "Un 24 esimo posto in wts che da punti , morale e sopratutto fa capire che finalmente la strada intrapresa per superare quei piccoli ma grandi problemi che prima o poi tutti gli atleti incontrano é quella giusta ! Qui non si scherza ...il percorso mondiale verso una qualifica olimpica è duro e ti mette a confronto con i migliori atleti…
Vota questo articolo
(0 Voti)
Grande festa per il ritorno ad alti livello per Charlotte “Charlie” Bonin che domenica 4 ottobre, a Riccione, nonostante una pioggia che ha disturbato non poco i protagonisti, ha conquistato il titolo italiano di staffetta mista, con i compagni del Gruppo Sportivo Fiamme Azzurre. Dopo un anno tribulato, l'atleta di Gressan ha retto alla grande la sfida diretta con la compagna di nazionale Alice Betto, giocandosela da par suo con un'avversaria di grande livello e dimostrando di aver girato pagina tornando ai livelli a lei abituali. Con i compagni Elena Petrini, Delian Stateff e Davide Uccellari, Charlottte Bonin è tornata a sorridere ed ora guarda con buoni auspici agli ultimi due appuntamenti di Coppa del Mondo in programma il 18 ottobre in Turchia ed il 24, ancora di ottobre, in Corea del Sud. 
Vota questo articolo
(0 Voti)
Charlotte Bonin è nel Paese del Sol Levante. Trasferta giapponese per la campionessa valdostana impegnata nella quinta tappa della World Triathlon Series. Alle 10:06 locali di sabato 16 maggio sarà al via della massima competizione internazionale a confrontarsi con le più forti atlete del pianeta. Per l'atleta di Gressan c'è attesa visto che da questo appuntamento diventano fondamentali i punti in palio per la classifica Wts, ma soprattutto in proiezione per la qualificazione olimpica.  
Vota questo articolo
(0 Voti)
Un 28esimo posto nel circuito più prestigioso a livello mondiale, la WTS, è di per se un risultato più che meritevole. Sabato a Cape Town, nella quarta tappa del circuito, Charlotte Bonin tiene botta con le prime nelle prime due prove, nuoto in un mare gelido e nella prova di ciclismo. Patisce i 10 km di corsa finali, conclusi dalle migliori a ritmo indiavolato. Queste le dichiarazioni che Charlie ha postato su facebook: “Quando competi a livello mondiale o sei al top o non ne esci vivo ... un 28° posto di pura sofferenza che rispecchia un periodo no che dura da un po'! Ma la vita dell'atleta é così momenti in cui voli ed é tutto facile altri in cui lavori tanto ma le gambe proprio non vogliono girare! Succede a tutti ma l'importante é non piangersi addosso e continuare per la propria strada col sorriso senza trovare scuse!…
Vota questo articolo
(0 Voti)
C'è la valdostana Charlotte Bonin, tesserata per il Centro Sportivo Fiamme Azzurre, tra le protagoniste sabato 25 aprile a Cape Town, in Sudafrica, della quarta tappa del massimo circuito mondiale di triathlon. Dopo l'esordio a inizio marzo ad Abu Dhabi e un ritiro ancora attivo, in Namibia, la forte atleta di Gressan è tra le iscritte della competizione che, oltre ad essere la più quotata a livello internazionale, garantisce i maggiori punti per il pass per i Giochi Olimpici di Rio 2016. Stante il regolamento, per gli azzurri diventa ora fondamentale incamerare punti per puntare a uno storica qualificazione olimpica come numero di effettivi. A pieno titolo per puntare alla seconda esperienza sotto i cinque cerchi, la nostra Charlie. In bocca al lupo.
<< Inizio < Prec. 1 2 Succ. > Fine >>

Info SportVallée